Benvenuti a Sant'Agnese!

Il cemento di una comunità
Un giovane si recò un giorno da un padre del deserto e lo interrogò:  "Padre, come si costruisce una comunità?"
Il monaco gli rispose: "E' come costruire una casa, puoi utilizzare pietre di tutti i generi; quel che conta è il cemento, che tiene insieme le pietre."  Il giovane riprese:  "Ma qual è il cemento della comunità?" 
L’eremita gli sorrise, si chinò a raccogliere una manciata di sabbia e soggiunse: "Il cemento è fatto di sabbia e calce, che sono materiali così fragili! Basta un colpo di vento e volano via. Allo stesso modo, nella comunità, quello che ci unisce, il nostro cemento, è fatto di quello che c’è in noi di più fragile e più povero. Possiamo essere uniti perché dipendiamo gli uni dagli altri."

J. Vanier, La comunità  

E quale è il "cemento" di Sant'Agnese?
Dicono tutti che Sant'Agnese è una bella parrocchia.
Effettivamente questo luogo, con la Basilica, le Catacombe, il Mausoleo di Santa Costanza, è davvero un luogo che parla al cuore della grandezza di Dio e della forza della fede cristiana che dalle origini è cresciuta e arrivata fino a noi, grazie a tanti testimoni coraggiosi, come appunto Santa Agnese.
Vengono turisti da tutto il mondo a vedere questo luogo, ma soprattutto ci venite voi: 4.400 famiglie, circa 11mila persone che siete la nostra comunità parrocchiale e ai quali questo posto è in particolar modo destinato.
Insieme a voi noi sacerdoti dell'Ordine dei Canonici Regolari Lateranensi, a cui la Parrocchia è affidata, abbiamo un grande progetto: costruire un'opera monumentale ancora più grande e più bella di quella che la storia ci ha lasciato. Un'opera che parli a tutti dell'amore di Dio oggi, nel Terzo Millennio, fondata sulle fondamenta della Comunione e della condivisione della fede che è il carisma che contraddistingue la nostra vocazione sacerdotale, improntata alla regola di Sant'Agostino.
Per farlo abbiamo bisogno di tutti i 10mila mattoni della nostra comunità e di un cemento che i secoli e i millenni avvenire non intaccheranno: lo Spirito di Dio che ci tiene uniti e al quale chiediamo di suggerirci sempre parole e gesti nuovi per essere vicini a chiunque arrivi in questo luogo. 

I sacerdoti della Parrocchia di Sant'Agnese: Don Franco, Don Francesco, Don Edoardo.